Facebook Wall

Niedermann

Scarica la relazione.

PIZZO VAL DELLA NEVE 2626m – parete Nord Ovest - Via Niedermann
Albigna (Grigioni-CH)
750m – TD (VI+/A0)

Dopo otto ore di lotta emergiamo a pochi passi dalla vetta: finalmente la Niedermann e`
finita! Il tutto era iniziato qualche giorno fa’, quando Burt mi aveva detto: “Andiamo in
Albigna!”. La Niedermann era nel mirino da un po’ di tempo e quindi… eccoci stamane
all’attacco (non proprio mattinieri, sono le 11). Tra gennaio e giugno ho arrampicato tre
volte e Burt ha un’astinenza di un annetto, piu` o meno: quindi siamo “perfettamente”
pronti e via con entusiasmo! Ma le nostre energie sono state sufficienti per uscire dalla
prima parte piu` dura, ma si sono esaurite velocemente alla semplice vista di quanto
ancora mancava alla vetta.
Con la gola riarsa e la lingua felpata alla Fantozzi alla fine raggiungiamo il fondo valle:
siamo proprio esauriti, ma cosi` tanto che una barista svizzera si impietosisce e ci fa lo
sconto sulla birra!
ACCESSO
La Val d’Albigna è una laterale della Val Bregaglia, raggiungibile da Chiavenna per la
strada che conduce a St. Moritz. Superato il confine italo-svizzero, proseguire fino alla
località Pranzaira, poco oltre Vicosoprano, dove si parcheggia in corrispondenza di un
ampio tornante dal quale parte la funivia che sale alla diga dell’Albigna.
La diga è raggiungibile anche a piedi in due ore per il sentiero che inizia circa 300 metri a
monte della funivia, lungo la strada.
ATTACCO
Dalla casa dei guardiani della diga seguire il sentiero per il Passo di Cacciabella. Dopo un
centinaio di metri prendere la traccia ben marcata che sale a destra, puntando alla
Bocchetta Val della Neve (30min dalla diga). Alla Bocchetta è conveniente lasciare zaini
e materiali non necessari alla salita, dato che la discesa dalla cima riporta a questo punto.
Dalla Bocchetta scendere verso Nord nel canale, tenendosi a destra (faccia a valle) su
tracce di sentiero e roccette poco solide, prestando molta attenzione a non smuovere
troppi sassi. Percorrere tutto il canale, che contorna la parete Nord-Ovest e al suo termine
traversare sotto la parete fino a portarsi all’altezza del diedro della Niedermann, verticale
e molto evidente. La parete è contornata da un nevaio fino a stagione avanzata, risalirlo e
passare sulla roccia, cercando l’approdo più semplice (20min dalla Bocchetta).
ATTREZZATURA
Via di circa 750 metri di sviluppo con diverse soste da integrare o da realizzare
completamente: prevedere una dotazione alpinistica completa con martello, chiodi , dadi
e friend medio-piccoli. Anche dove indicato “sosta attrezzata” può rivelarsi utile
aggiungere un punto di sicurezza ulteriore.
NOTA:
La fessura del diedro è una via preferenziale di discesa dell’acqua piovana: è facile
trovare dei tratti bagnati, che ovviamente aumentano la difficoltà dei passaggi. Dopo dei
periodi di pioggia la via diventa quasi impercorribile.
RELAZIONE
L1: II-IV; 40÷60 metri; risalire per rocce facili fino alla base del diedro vero e proprio; le
difficoltà e lo sviluppo variano a seconda dell’estensione del nevaio alla base della parete.
Sosta attrezzata.
L2: VI; 20 metri; seguire il diedro e subito dopo uno strapiombino sostare a sinistra.
Questa sosta può essere saltata, proseguendo a quella successiva: la presente soluzione è
utile in caso di compresenza di più cordate, accorciando quindi i tempi di attesa di chi vi
segue. Sosta attrezzata.
L3: VI; 20 metri; sempre dritti nel diedro. Sosta attrezzata.
L4: VI+; 35 metri; sempre nel diedro fino a una sosta una decina di metri sotto a una
larga fessura strapiombante. Sosta attrezzata.
L5: V+, A0 (VII); 40 metri; dalla sosta traversare a sinistra e doppiare uno spigolo
appena accennato. Proseguire in traverso ascendente a sinistra per varie lame (alcune
pericolanti!). Dritti e poi verso destra lungo una facile rampa che conduce alla sosta sotto
il diedro-fessura (la sosta rimane praticamente sulla verticale di quella precedente). Sosta
attrezzata.
L6: V+; 35 metri; per la fessura sotto a uno strapiombo (chiodo a sinistra fuori via) che si
aggira a sinistra. La fessura diventa poi camino fino a una nicchia umida. Sosta
attrezzata.
L7: VI; 45 metri; uscire dalla nicchia e riprendere il diedro che diventa man mano più
verticale e difficile. Il passo più duro è alla fine e può essere fatto in A0 con friend o dadi
medio-piccoli. Usciti da questo passaggio il diedro si appoggia e dopo una decina di
metri c’è una comoda sosta attrezzata. Il tiro è da attrezzare completamente.
L8: IV; 30 metri; proseguire nel diedro-canale via via più facile fino a fare sosta sulle
cenge mediane della parete, alla base di un grande camino che caratterizza la parte
superiore della parete.
A questo punto la via piega a destra evitando il camino e raggiunge lo spigolo Ovest-
Nord-Ovest: non esiste percorso obbligato, dato che il terreno si mantiene su difficoltà
massime di III-IV. Indicativamente:
L9-10-11; IV; 120 metri; per cenge, fessure e placchette traversare a destra fino a
raggiungere lo spigolo vero e proprio.
L12-…-20; IV; 350 metri; per lo spigolo dove vi porta la fantasia; il numero di tiri è
legato al tipo di progressione scelto e alla lunghezza dei singoli tiri. Le soste sono da
attrezzare. Man mano che si sale le difficoltà si riducono. Gli ultimi due tiri, a eccezione
di un passo, si percorrono quasi camminando.
DISCESA
Dall’uscita della via dirigersi verso la vetta vera e propria e aggirandola raggiungere la
cresta Sud-Ovest. In arrampicata (difficolta` II-III) oppure con doppie attrezzate su
spuntoni (50 metri o 20+25 metri) si raggiunge l’intaglio tra il Pizzo Val della Neve e la
Vergine. Per sentiero in 20 minuti si ritorna alla Bocchetta Val della Neve.
In alternativa, dalla vetta del Pizzo alcuni ometti conducono sul bordo della breve parete
Est e con una doppia si raggiunge il sentiero a 15 minuti dalla Bocchetta.

Iscrizione Mailing List

Iscriviti alla mailing list per rimanere sempre aggiornato sulle novità SHERPA.


Ricevi HTML?

Il trattamento della mail è strettamente riservata all'invio di offerte, eventi e informazioni sui prodotti.
Joomla Extensions powered by Joobi

Login Form