Facebook Wall

Monte Bianco via normale Italiana

Scarica la relazione.

Quota partenza: Rif. Gonella 3071mt.
Dislivello: 1739 mt
Difficoltà: PD+
Tempo salita 8/10 ore

Dal rifugio Gonella 3071 si attraversa a mezzacosta su buona traccia fra neve e
sfasciumi per raggiungere il ghiacciaio del Dome. Lo si risale dapprima sulla
sinistra, poi nel mezzo (crepacci). In alto si continua nel suo ramo occidentale,
compreso fra le creste delle Aguilles Grises (a sinistra) ed il contrafforte
meridionale del Dôme du Gouter (a destra).
Dal suo bacino superiore si piega a sinistra e, superata la crepaccia terminale
nel punto in cui è solitamente chiusa, su ripido pendio con roccette si
raggiunge la cresta poco sopra la depressione del Col des Aigiulles Grise 3811,
o anche più in alto.
Per neve e rocce facili si segue questa cresta fino alla sua sommità, la puntina
rocciosa nota come Piton des Italiens 4003 mt, sull’affilata cresta nevosa
spartiacque che dal Col de Bionnassay sale verso il Monte Bianco.
Si segue questa cresta che all’inizio si presenta aerea e sottile (cornici) poi
diventa più larga e meno esposta.
Superata la spalla 4154 mt al culmine del roccioso contrafforte meridionale, si
giunge sull’ampia cupola nevosa del Dome du Gouter 4304 mt e si arriva alla
larga sella del Col du Dome 4240 mt, dove di solito s’incontrano le tracce che
salgono dai rifugi del Gouter e dei Gran Mulets (ore 4-5).
Per ripido pendio si sale al pianoro presso il rifugio Vallot 4362 mt. Lungo la
cresta più ripida e stretta si toccano le due sommità nevose della Grande Bosse
4513 mt, si costeggiano le rocce della Tournette 4677 mt e lungo la cresta più
aerea e sottile si arriva sulla vetta del Monte Bianco 4810 metri.

Iscrizione Mailing List

Iscriviti alla mailing list per rimanere sempre aggiornato sulle novità SHERPA.


Ricevi HTML?

Il trattamento della mail è strettamente riservata all'invio di offerte, eventi e informazioni sui prodotti.
Joomla Extensions powered by Joobi

Login Form